Marzo 2020

Offriamo in questa giornata la nostra preghiera e le nostre azioni al Signore per le vocazioni in difficoltà. La sua misericordia e la nostra vicinanza possano essere di sostegno alle sorelle e ai fratelli che nei diversi stati di vita: matrimonio, sacerdozio, consacrazione, stanno vivendo un tempo di ripensamento e di prova. Non si sentano giudicati ma accompagnati e sostenuti in questo tempo di fragilità. Possano riscoprire il senso e il valore della propria vocazione segno dell’amore di Dio Padre.

PREGHIAMO

Dio di bontà e di misericordia,
che ci chiedi di collaborare alla tua opera di salvezza
manda numerosi e santi operai per la tua vigna,
perché alla tua Chiesa non manchino mai annunciatori coraggiosi del Vangelo,
sacerdoti che ti offrano anche con la vita il sacrificio dell’Eucarestia
e che quali segni splendenti di Cristo buon pastore,
guidino il tuo popolo sulle strade della carità.
Manda il tuo Spirito Santo a rinfrancare il cuore dei giovani,
perché abbiano il coraggio di dirti sì quando li chiami al servizio dei fratelli,
la perseveranza nel seguire Gesù anche sulla via della croce
e la gioia grande di essere nel mondo testimoni del tuo amore.
O Maria, Madre dei sacerdoti, dona a tutti i membri della Chiesa pisana
la tua stessa fedeltà per testimoniare a tutti
la gioia che nasce dall’incontro con Cristo che vive e regna nei secoli in eterno. Amen.

+Giovanni Paolo Benotto

IN ASCOLTO DELLA PAROLA

Dal Vangelo secondo Matteo (7,7-12)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto. Chi di voi, al figlio che gli chiede un pane, darà una pietra? E se gli chiede un pesce, gli darà una serpe? Se voi, dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro che è nei cieli darà cose buone a quelli che gliele chiedono! Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti».

PER ENTRARE NELLA PAROLA
(spunti di riflessione)

“Chiedete e vi sarà dato” (7,7). Pregare è riconoscere che Dio è l’alfa e l’omega della nostra vita, tutto viene da Lui e tutto si compie attraverso di Lui. Chi ha questa fede scopre la gioia di consegnare tutto nelle mani del Padre, anche e soprattutto i desideri, le ansie, le preoccupazioni. Lo facciamo senza pretese e senza vantare diritti. A noi basta sapere che Dio ci ascolta e tutto orienta verso il bene. Gesù assicura che il Padre celeste risponderà ma non dice che ci darà esattamente quello che abbiamo chiesto. Quando accade – e spesso accade! – di non ottenere quello che abbiamo chiesto, non vuol dire che Dio non ascolta o non si prende cura di noi, vuol dire semplicemente che vuole darci altro e in altro tempo. Pretendere di conoscere la volontà di Dio significa metterci al posto di Dio. La preghiera di domanda non sarebbe autentica se avesse qualche pretesa, anche minima. La fiducia è l’anima della preghiera, se non riceviamo quanto abbiamo chiesto, invece di dare spazio all’amarezza e di chiuderci nello sconforto, rinnoviamo con gioia la nostra fede e chiediamogli la grazia di accogliere con amore la sua volontà, anche se facciamo fatica a comprendere. Non possiamo misurare la bontà di Dio con le nostre attese! Anche se le nostre intenzioni sono sempre buone, non sempre chiediamo cose buone. Chi ha più anni sulle spalle, sa per esperienza che tante volte, sospinti dalla fretta di fare qualcosa, abbiamo compiuto scelte sbagliate. Il silenzio di Dio è un implicito invito a cercare ancora e a guardare più lontano.

PREGHIERA DI INTERCESSIONE

O Padre il tuo Figlio ci ha detto: “Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto”, fiduciosi ti chiediamo di ascoltare la nostra preghiera:

Mostraci o Padre la via della vita.

  • Per la Chiesa: perché nella santa Chiesa non manchino mai gli operai che annunciano la Buona Novella. Preghiamo
  • Per le comunità parrocchiali: perché ci siano persone che diano testimonianza della fede cristiana che consolida l’unità e la fraternità. Preghiamo
  • Per le vocazioni di difficoltà: dona Signore la grazia della fedeltà e della perseveranza a quanti hanno risposto alla Tua chiamata. Preghiamo
  • Per i giovani: suscita o Padre in tanti giovani la prontezza ad intraprendere il cammino della sequela della verità e dell’Amore che è Cristo Gesù morto e risorto per noi. Preghiamo

PADRE NOSTRO

Per iscriverti alla newsletter e ricevere ogni mese il Monastero Invisibile
visita il sito del CDV, nella pagina dei contatti
http://cdvpisa.altervista.org/joomla/contatti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*