Seconda domenica di Quaresima

Parola-chiave di questa domenica: ASCOLTARE

Ripercorriamo il messaggio della Parola ascoltata nella Liturgia.

  • Dio fa ad Abramo una promessa… penso a che cosa Dio ha promesso a me: mi ha donato la vita e una famiglia, col Battesimo mi ha fatto cristiano… So accogliere la sua presenza nella mia vita?
  • San Paolo promette ai cristiani di diventare cittadini del cielo… Nelle mie scelte quotidiane, sono guidato solo dalle “cose della terra” o provo a pensare secondo i pensieri di Dio?
  • Nel Vangelo della trasfigurazione gli apostoli contemplano lo splendore del volto di Cristo. Sono affascinato da Gesù, dalla sua vita, dal suo insegnamento? Ho voglia di stare in sua compagnia? È un incontro che avviene quando ascolto la Parola?

PREGHIAMO IN FAMIGLIA

Ascoltatelo!

Signore Gesù, per manifestare il tuo splendore sei salito in alto,
quel monte è simbolo della vicinanza con il Padre.
Ti stacchi dalla folla, porti con te soltanto tre discepoli.
Per seguirti fin lassù bisogna lasciare a valle paure, dubbi e incertezze
e fidarsi di Te anche quando la luce è così forte da accecare.
La tua Parola stenta a farsi strada nei nostri cuori
perché troppe volte noi la soffochiamo con pensieri vuoti,
con parole inutili, col desiderio delle cose anziché di Te.
Avere bisogno di Te, avere fame e sete di Te,
cercare il tuo volto e trovarlo luminoso, splendido, affascinante:
donaci, Signore, di vivere così la nostra Quaresima,
di farne un tempo di desiderio
della tua presenza, del tuo amore, della tua grazia!

Dal messaggio di papa Francesco per la Quaresima 2019

«L’ardente aspettativa della creazione è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio» (Rm 8,19)

  1. La redenzione del creato

La celebrazione del Triduo Pasquale della passione, morte e risurrezione di Cristo, culmine dell’anno liturgico, ci chiama ogni volta a vivere un itinerario di preparazione, consapevoli che il nostro diventare conformi a Cristo (cfr Rm 8,29) è un dono inestimabile della misericordia di Dio.

Se l’uomo vive da figlio di Dio, se vive da persona redenta, che si lascia guidare dallo Spirito Santo (cfr Rm 8,14) e sa riconoscere e mettere in pratica la legge di Dio, cominciando da quella inscritta nel suo cuore e nella natura, egli fa del bene anche al creato, cooperando alla sua redenzione.

Continua a leggere su  http://www.parrocchievalgraziosa.it/2019/03/11/messaggio-di-papa-francesco-per-la-quaresima/

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*